Buoni individuali per le competenze

Con deliberazione della Giunta provinciale n. 2279 del 23/12/2021, è stato approvato l’”Avviso per la costituzione dell’Elenco provinciale dei soggetti accreditati all’erogazione del servizio per i Buoni individuali per le competenze”. L’iniziativa è realizzata nell’ambito del Piano Sviluppo e Coesione (PSC) della Provincia autonoma di Trento a valere sulle risorse del Fondo Sviluppo e Coesione 2014-2020 - sezione speciale 2, relativa alle risorse a copertura di progetti originariamente inseriti nel Programma Operativo FSE 2014-2020.

La struttura competente è il Servizio istruzione - Ufficio per le politiche di inclusione e cittadinanza.

Cos'è

Chi può ottenere il Buono

Valore del Buono

Termini

Come si accede al servizio e come è articolato

A chi rivolgersi

DOCUMENTAZIONE e LINK ALLA PROCEDURA INFORMATICA

 

Cos'è

Il Buono individuale per le competenze consiste in un titolo di spesa rilasciato dall’Amministrazione provinciale che permette al cittadino assegnatario, di acquisire il servizio finalizzato a valorizzare le competenze professionali possedute, siano esse di base, trasversali e/o peculiari, acquisite in contesti formali, informali e non formali, relative ai profili di Qualificazione professionale del Sistema provinciale di certificazione delle competenze (Elenco PROFILI - ENTI BUONI competenze).

Il servizio relativo ai Buoni viene erogato dagli Enti iscritti nell’apposito “Elenco provinciale dei soggetti accreditati all’erogazione del servizio per i Buoni individuali per le competenze” (di seguito Elenco provinciale) e riguarda la “Fase di Identificazione” del Sistema provinciale di certificazione delle competenze, che prevede l’elaborazione del “Dossier individuale” e del “Documento di trasparenza”.

Le attività della “Fase di Identificazione” che gli Enti iscritti nell’Elenco provinciale devono erogare, consistono nel:

  • fornire informazioni in merito alla redazione del “Dossier individuale”
  • accompagnare l’utente nella costruzione del Dossier individuale
  • ricostruire il quadro delle esperienze attraverso il Dossier individuale
  • pre-codificare le competenze, abilità, conoscenze associabili alle esperienze ricostruite in termini di risultati di apprendimento riferibili alla qualificazione professionale di riferimento per la valutazione
  • elaborare il Documento di trasparenza come sintesi del Dossier individuale
  • rilasciare all’utente del servizio il Dossier individuale e il Documento di Trasparenza
  • informare rispetto a ogni elemento utile delle fasi successive, ivi comprese indicazioni per le prassi/modalità valutative
  • raccogliere la comunicazione formale dell’utente di accesso alla fase di valutazione
  • gestire il trattamento digitale della documentazione e dei dati secondo quanto previsto dal sistema informativo provinciale a supporto dei servizi di certificazione

 

Chi può ottenere il Buono

Il cittadino richiedente il Buono individuale per le competenze, al momento della presentazione delladomanda, deve essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • avere un’età compresa tra i 18 e i 64 anni (65 non compiuti) alla data di presentazione della domanda del Buono e comunque non essere titolari di trattamento pensionistico;
  • essere residenti in Provincia di Trento, oppure essere impiegati presso un’unità operativa aziendale ubicata in provincia di Trento con un rapporto di lavoro almeno annuale (subordinato, autonomo, libero professionale o di collaborazione nelle forme consentite dalla legge) in essere alla data di presentazione della domanda;
  • possedere i pre-requisiti previsti per la qualificazione professionale per la quale è chiesto il servizio di identificazione (verificati tramite la “scheda dei requisiti” rilasciata da uno degli Enti iscritti nell’apposito Elenco provinciale);
  • non essere beneficiari di altre sovvenzioni economiche o azioni di supporto dirette e/o indirette erogate allo stesso titolo da altri Enti pubblici.

 

Valore del Buono

Il valore massimo di ciascun Buono riconosciuto dalla Provincia all’Ente erogatore del servizio è di euro 310,00 (oltre IVA nella misura di legge se dovuta). Il Buono copre il costo del servizio al netto della compartecipazione obbligatoria pari a euro 30,00 (oltre IVA nella misura di legge se dovuta) sostenuta dal cittadino e versata direttamente all’Ente.

Il valore del Buono è erogato, in nome e per conto del cittadino assegnatario, agli Enti che erogano il servizio.

 

Termini

I termini di apertura previsti per la presentazione delle domande di rilascio dei Buoni sono:

a) da martedì 23 agosto sino a martedì 4 ottobre 2022 alle ore 12:00

b) da martedì 25 ottobre sino a martedì 15 novembre 2022 alle ore 12:00

 

 

Come si accede al servizio e come è articolato

La domanda va presentata mediante procedura informatica online utilizzando le credenziali di SPID.

La domanda di assegnazione del Buono è soggetta al pagamento di una marca da bollo di 16,00 euro; si invita pertanto ad acquistarla prima di procedere con la compilazione on-line.

Alla domanda va allegata la “Scheda dei requisiti” redatta e sottoscritta gratuitamente dall’Ente su richiesta del cittadino. La scheda riporta le esperienze di apprendimento possedute dal medesimo cittadino relative alla qualificazione professionale di riferimento (Elenco PROFILI - ENTI BUONI competenze).

L’assegnatario deve utilizzare il Buono presso l’Ente responsabile della redazione della Scheda dei requisiti.

 

A chi rivolgersi

Servizio istruzione
Ufficio politiche di inclusione e cittadinanza

E-mail: uff.inclusionecittadinanza@provincia.tn.it

Tel.  0461 495484  - 0461 495456  -  0461 491454